Fotovoltaico e temperatura

Come mai in piena estate non raggiungo la potenza massima del mio fotovoltaico?
La risposta è il troppo caldo! Nei mesi estivi in Italia la superficie del pannello fotovoltaico esposta al sole può raggiungere temperature ragguardevoli. Una delle caratteristiche dei moduli fotovoltaici, è quella di diminuire la potenza erogata all’aumentare della temperatura.

Il dato sensibile che esprime numericamente questo aspetto è il coefficiente di Temperatura per la Potenza, indicato sulle schede tecniche come Pmpp con unità di misura espressa in %/°C o %/°K . Tale parametro è un coefficiente negativo che indica la percentuale di diminuzione della potenza del pannello fotovoltaico all’aumento di 1 grado di temperatura. Più basso è tale coefficiente migliore è il pannello.

Riportiamo un grafico interessante che rappresenta il rapporto fra potenza e temperatura per differenti tipi di silicio. Si deduce chiaramente che i pannelli fotovoltaici composti da celle in silicio amorfo (a-Si), telluro di cadmio (CdTe) o CIGS (talvolta anche CI(G)S o CIS) sono meno sensibili all’aumento della temperatura.
Se è vero dunque che in piena estate non si raggiungerà la potenza massima nominale installata, per contro, grazie a giornate più lunghe e soleggiate, la produzione d’energia espressa in kWh sarà comunque massima.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *